Home > Primo piano > Io scrivo

Io scrivo

7 Maggio 2009

 Mi è capitato per caso tra le mani.In libreria ero sommersa da scatoloni di libri e pensavo di svenire: mondadori, giunti, rcs…aiuto bisogna registrarli e poi sistemarli nello scaffale. Poi un libricino marrone e bianco dal titolo breve: Io scrivo. Continuo a leggere: Manuale di sopravivenza creativa per scrittori esordienti. Sorrido e penso: Ecco un altro scrittore (Simone Maria Navarra, ma chi è?) che elargisce consigli a quei poveri sognatori-esordienti… Leggo la quarta di copertina: SIMONE MARIA NAVARRA L’autore di questo manuale ha scritto un sacco di libri, ma non ne ha ancora pubblicato nessuno(se si escludono le autopubblicazioni). Mi dico: "C’è qualcosa che non quadra. Nessun editore l’ha preso in considerazione e ‘sto Simone scrive un manuale?" e così l’ho cominciato a leggere e l’ho finito in due giorni: è molto ironico e non è semplice riuscire a far sorridere con le parole. Ha una struttura particolare: ogni capitolo (ne sono XI) contiene una parte dedicata ai consigli, una parte dedicata ad internet e (quella che mi è piaciuta di più) una parte dedicata ai classici, anzi al motivo per cui libri considerati capolavori letterari ( ad esempio La fattoria degli animali) ora non verrebbero pubblicati. Tutto ciò che Navarra scrive è condito da uno sferzante umorismo e da un fare dissacratorio disarmante. Io ve lo consiglio. A me è piaciuto.

 
Titolo Io scrivo
Autore Simone Maria Navarra
Editore Delosbooks 
Collana  I libri di Writers magazine Italia
Prezzo 14,00

  1. 7 Maggio 2009 a 21:02 | #1

    Ho cercato di leggere il tuo post fino in fondo ma non mi è stato possibile per via della scrittura scura su fondo scuro…

    Quello che leggo mi ha esilarato…Se si può dire, di un gas si può dire: esilarante, di uno scritto…credo pure, si mi ha stupito e incuriosito che uno scrittore che ha cercato di pubblicare o forse no, ma che tuttavia ha scritto moltissimo, infine diviene possibile essere presente con un libro di consigli per esordienti.

    Mi ha anche poco convinto…non so perchè.

    Grazie di essere tornata e per aver avuto curiosità nei cofronti del mio libro.

    Ti ringrazio davvero.

    Il codice ISBN se ti servirà te lo farò avere, anche se ordinarlo è possibile secondo le modalità che esplico nel mio blog.

    ciao e …a presto.

  2. 7 Maggio 2009 a 22:11 | #2

    ciao Stefania… terrò conto del tuo consiglio anche per la biblioteca… io ne ho anche una mia personale e una marea di libri da leggere… ma ogni tanto evado… cioè leggo anche delle cose che non sono nei miei scaffali… Avevo già sentito parlare di questo libro… visto che anch’io scrivo, mi era rimasto impresso… Ciao, a presto, Angel

  3. 8 Maggio 2009 a 7:13 | #3

    buona giornata, dolce omonima …
    un soffice bacio …

  4. 8 Maggio 2009 a 12:14 | #4

    Ciao Stefi, Ben tornata cambia se possibile colore alla scrittura per i miei occhi è un problema leggerti.Manda altrimenti il testo a andreapac@tiscali.it.Scusa ma ho problemi

  5. 8 Maggio 2009 a 18:01 | #5

    Ciao Stefi, oggi a caccia di mulino ad acqua.Trovato dopo una cinquantina di chilometri tutti curve e buche.Con la moto è stato un calvario.Grazie del cambio di colore.Pensa anche al clima elettorale:il nero è molto di parte. Il bianco il colore degli angeli come la Beatrice di Dante: un angelo? o demone….si è fatta desiderare una vita e poi…Preso nota, ma ne ho 3 in corso di lettura e da fare una recenzione sulla pietra bona. Non studiare mai la chimica. Se mamma auguri

  6. 11 Maggio 2009 a 8:57 | #6

    Ho letto diversi libri di scrittura creativa. I migliori mi parvero quelli della collana della casa editrice Nord (che in genere pubblica fantascienza). Questo libro mi sembra interessante. Ciao.

  7. 11 Maggio 2009 a 11:37 | #7

    …mhhh lo cerco subito…so già a chi regalarlo…:-)

  8. 12 Maggio 2009 a 0:13 | #8

    mi hai fatto vernire curiosità, credo ke lo leggerò, grazie x il consiglio! bacio!

  9. 12 Maggio 2009 a 20:40 | #9

    sono molti i capolavori che nessuno voleva pubblicare..

    in ogni caso.. a sopravvivere solo scrivendo libri ben pochi riescono.

    per il resto come va?

  10. 14 Maggio 2009 a 15:53 | #10

    Ciao ste,spero che ti sia ripresa dagli eventi infausti di questo periodo.Non preoccuparti che tornero’ sempre a leggerti.ciao.giampaolo.

  11. arial
    20 Maggio 2009 a 3:14 | #11

    Mi sa che su questa piattaforma si rimane in pochi, cominciano altri traslochi.

  12. 21 Maggio 2009 a 15:07 | #12

    Dev’essere interessante davvero questo libro…ogni volta che vengo da te penso a tutti i libri che ho sistemato sugli scaffali di casa mia senza leggerli e che spesso guardo col desiderio di riuscire a trovare il tempo per berne ogni parola! un sorriso dal vento

  13. 25 Maggio 2009 a 17:13 | #13

    Simone è un mio buon web-amico. Ho letto il suo blog per anni e, quando ne ha estrapolato il libro di cui parli in questo post, sono stato veramente felice per lui.

    Ammetto che devo ancora prenderlo. Vorrei che me lo autografasse e, per ciò attendo il mio primo viaggio a Roma per fare l’acquisto.
    Non avendolo, non so se nella quarta di copertina viene indicato il blog dove tutto ha avuto origine… te lo indico qui, nel caso volessi leggere “l’originale” ^_^

    http://simonenavarra.blogspot.com/

    Ciao
    Glauco

    Ps.
    Oggi il blog di Simone è chiuso. Scrive qui… un blog personale in cui racconta le sue vicende all’università (studia medicina). Sempre per curiosità, te lo giro:

    http://www.ilmondoquasinuovo.com/

I commenti sono chiusi.