Home > Primo piano > chissà perchè

chissà perchè

22 Giugno 2009

Chissà perchè c’è chi si lamenta del lavoro e poi non riesce a farne a meno;

chissà perchè c’è chi si sente frustrato per non essere riuscito a portare a termine un progetto, ma poi trova un motivo valido che giustifichi il fallimento;

chissà perche c’è chi  si sente stanco, ma non si ferma un attimo;

chissà perchè c’è chi non sopporta una persona, ma non riesce ad allontanarla;

chissà perchè c’è chi brontola, ma rimane inerme;

chissà perchè c’è chi si accorge dell’egoismo, ma comunque decide di dare.

 

Una provocazione, la mia belle-e-buona! Potrebbe servire a riflettere, no?

  1. 22 Giugno 2009 a 16:12 | #1

    c e anke ki riflette ma poi x motivazioni diverse nn puo fare cio ke vuole ..

    ciao ste

    v

  2. 22 Giugno 2009 a 16:30 | #2

    La stessa cosa che ha appena detto Violacolor.:-)

    Per ogni “chissà perchè” si potrebbero dare tante risposte, ciascuna valida e ciascuna soggettiva…

    Ciao:-) faraluna

  3. 22 Giugno 2009 a 16:43 | #3

    guarda … io credo che sia una prerogativa di noi italiani (e di noi emiliani) il lamentarsi sempre, anche quando va tutto bene … poi, siamo sempre pronti a rimboccarci le maniche ed a ricominciare a sudare …
    un bacio, dolce omonima …

  4. 22 Giugno 2009 a 16:59 | #4

    Perchè ci vuole coraggio per affrontare un cambiamento.

  5. 22 Giugno 2009 a 19:21 | #5

    Forse perchè siamo umani. Fa parte della nostra natura, la contraddizione, intendo. E, tutto sommato, per certi aspetti è persino preferibile alla monotona coerenza. Forse perchè noi italiani, in particolare, abbiamo la contraddizione nel DNA. Borbottiamo e continuiamo a fare le cose per le quali borbottiamo. Chissà, ci piace ascoltarci? Ci piace commiserarci o ci piace farci commiserare?:-)

  6. 22 Giugno 2009 a 22:27 | #6

    Quanti “chissà”!!!

    La vita è piena di contraddizioni.

    Ciao Ste, un abbraccio!

  7. Sabry
    23 Giugno 2009 a 14:44 | #7

    Di solito ci si lamenta di qualcosa che poi non è così pesante e insopportabile, altrimenti passerremmo all’azione, anche minima, ma faremmo qualcosa per cambiare.

    Magari anche solo il nostro atteggiamento difronte alle varie situazioni… Il lamento può essere, a mio parere, anche una forma di sfogo.

  8. 25 Giugno 2009 a 10:17 | #8

    Eh,le contradizioni della e della gente…

    e quante volte sono stata stanca ma correvo, correvo..correvo…

  9. 25 Giugno 2009 a 15:58 | #9

    Forse perche’ siamo contraddittori e inaffidabili.Forse perche’ siamo umani,destinati a sbagliare,sempre.ciao.giampaolo.

  10. 25 Giugno 2009 a 16:41 | #10

    Chissà perché chi pur volendo ben ad una persona non riesce a parlargli o scrivergli…

  11. 2 Luglio 2009 a 14:13 | #11

    …questo è il tempo delle domande senza risposta…

    Perchè nonostante “papi” vada ogni settimana in Abruzzo a vender fumo e a trafficare non so cosa, non lo avete ancora fatto sparire?

    p.s.: il mio libro è pronto, lo sto aspettando…

  12. 5 Luglio 2009 a 22:29 | #12

    Perchè siamo farisei. Dovremmo, sotto certi versi, rimanere bambini perchè trasuderemmo solo spontaneità. Invece crescendo assimiliamo quel bigottismo che ci condanna la vita.

    :)

  13. 22 Agosto 2009 a 11:55 | #13

    Credo eprchè l’uomo sempre immerso in una continua lotta tra ragione e ‘cuore’… e tende sempre comunque a razionalizzare.

I commenti sono chiusi.